Accompagniamoci lungo la via

STACCO

Cos'è STACCO?

Il servizio S.T.ACCO. (Servizio Trasporto e ACCOmpagnamento) consiste nel trasporto e
accompagnamento dell’utente presso strutture mediche e socio-sanitarie del territorio al fine di
effettuare visite mediche, esami e/o controlli oppure per attività ricreative.

Il servizio è nato sperimentalmente con un progetto ad hoc a Verona nel 2009; nell’ambito del
servizio STACCO VERONA, svolgono azione operativa più di 20 associazioni di volontariato; il
servizio offerto dalle organizzazioni di volontariato, in rete, a favore di persone svantaggiate
rispetto alla mobilità ordinaria, quali per esempio persone anziane e disabili.

STACCO VERONA, dopo essere stato avviato preliminarmente in alcune aree geografiche
specifiche (la città di Verona e la zona dell’est veronese in particolare) ha allargato il servizio
offerto all’utenza tramite l’aumento dei servizi.

La persona che intende utilizzare il servizio di trasporto e accompagnamento procede attraverso il
contatto dell’Associazione operante nel suo territorio (vedere CONTATTA LE ASSOCIAZIONI)

telefonando o recandosi direttamente presso la sede. Egli rilascerà i suoi dati
anagrafici e dettaglierà la sua esigenza spiegando le motivazioni del viaggio richiesto.
L’associazione richiederà una serie di informazioni utili alla miglior programmazione del servizio di
trasporto e accompagnamento.

Immediatamente o dopo qualche ora dalla richiesta dell’utente, l’associazione darà conferma della
possibilità di effettuare il trasporto nei termini e nella data richiesta.

Operativamente, nel caso in cui l’utente necessiti di un accompagnatore personale durante il
trasporto, la richiesta dovrà essere presentata all’organizzazione nel momento della prenotazione.
L’organizzazione provvede secondo le sue possibilità e le disponibilità del proprio gruppo di
volontari. Se l’associazione mette a disposizione un accompagnatore, egli seguirà l’utente per tutto
il percorso di cura, oltre che nel viaggio.

Dal 2014 STACCO VERONA si avvale di un contributo annuale di Regione del Veneto, che copre
parte delle spese sostenute dalle associazioni per la manutenzione ordinaria delle autovetture, il
carburante e le assicurazioni.

A chi si rivolge?

STACCO non è un’ambulanza, non è un taxi, non è un servizio medicalizzato.

È un servizio pensato per chi, in ridotta capacità psicomotoria o in condizioni di fragilità o in stato di disagio
sociale, ha necessità di spostarsi per effettuare cure, visite o per partecipare ad attività ludiche,
sociali o motorie.

I soggetti cui è rivolto il progetto STACCO VERONA sono:

  • anziani che abbiano problemi di deambulazione e/o in carrozzina che necessitano di mezzi
    attrezzati;
  • anziani che vivono soli;
  • anziani che hanno problematiche famigliari conclamate;
  • anziani che abbiano necessità di avere un trasporto sociale per raggiungere ospedali,
    cliniche mediche, ambulatori, circoli, luoghi aggregativi;
  • persone in stato di esclusione sociale (sole o impossibilitate a spostarsi a causa di
    condizioni di salute temporanee o permanenti);
  • disabili per i quali non esiste la possibilità di spostarsi per raggiungere luoghi di cura o di
    sostegno, e per i quali non esistono convenzioni per il trasporto sociale con enti pubblici.


Scopo del progetto è migliorare la qualità della vita delle persone favorendone la mobilità per il
raggiungimento dei luoghi ove poter esercitare la propria integrazione non solo sociale, ma anche
personale e scolastica.

Ogni servizio viene registrato dalle associazioni su un software gestito da remoto con i dati della
persona accompagnata, dell’autista che ha effettuato il servizio, dell’automezzo utilizzato e dei
chilometri percorsi per i percorsi effettuati.

VUOI DIVENTARE VOLONATRIO

Come puoi aiutare?

f
Mettendoci il cuore
d
Donando
Le organizzazioni di volontariato partner di Stacco Verona